Colleghi,

desidero ringraziare ciascuno di voi per l’interesse dimostrato nella associazione finora. Sono molto orgoglioso di come il Capitolo Italiano di (ISC)2 sta evolvendo, e sono felice che nei quattordici mesi trascorsi dall’inizio delle attività sia stato fatto del lavoro che ha gettato le basi per una solida associazione.

E’ stato fatto tantissimo!

In ottobre dello scorso anno si è iniziato a parlare di una possibilità di creare un Capitolo Italiano. Già a Novembre 2011 durante un evento (ISC)2 a Roma alcuni di noi si sono conosciuti ed hanno annunciato al pubblico l’intenzione di stabilire un capitolo. Nei mesi a seguire, è stato raggiunto il quorum necessario per richiedere lo status di capitolo, è stato scritto lo statuto, sono partiti i primi strumenti di collaborazione, poi evoluti in quello che è oggi il sito istituzionale, le prime idee di filoni di attività oggi diventati gruppi di lavoro e/o collaborazioni attive.

Circa un anno fa si sono stabilite le prime cariche sociali, necessarie a mandare avanti la candidatura dell’Italia come nuovo capitolo. E’ stato un grande onore per me accettare di diventare Presidente del capitolo, assieme alla valida collaborazione di Marco Castiglioni come Membership Chair, di Claudio Sasso come Segretario e di Fabio Rovati come Tesoriere, validi collaboratori che hanno lavorato duramente dietro le quinte per poter – al Security Summit dello scorso Marzo 2012 – rendere possibile l’annuncio della nascita del capitolo.

Finalmente è arrivato anche il riconoscimento da parte di (ISC)2, e dal 18 Giugno 2012 siamo un capitolo ufficialmente riconosciuto e stabilito per tutta l’Italia. Immediatamente dopo abbiamo avuto la prima assemblea dei soci che secondo lo statuto ha eletto il comitato direttivo. Alcuni soci inizialmente interessati hanno perso interesse ma molti altri ne sono arrivati portando la loro esperienza, le loro idee, prospettive e contributo.

Oggi siamo novanta soci, e se devo essere sincero è un risultato che va oltre ogni mia iniziale aspettativa e mi riempie d’orgoglio.

Siamo quasi un centinaio, abbiamo collaborazioni con diverse altre realtà ed associazioni di primo piano in Italia, abbiamo diversi gruppi di lavoro attivi e diverse idee che vedranno la luce nel 2013, e quello che mi rende più ottimista è l’entusiasmo e la voglia di fare che vedo in molti dei soci, che propongono, chiedono, interagiscono, condividono, fanno.

Il gruppo di lavoro Educazione alla Sicurezza Informatica ha introdotto i principi di base di sicurezza informatica ed uso consapevole degli strumenti informatici a circa di millecinquecento fra giovani studenti, insegnanti e genitori, e sta in questo momento lavorando per portare in Italia il programma Safe and Secure Online che ha gia riscosso enorme successo in altri paesi.

Il gruppo di lavoro Security Convergence, in collaborazione con il capitolo italiano di ASIS International, ha stabilito contatti ai massimi livelli con associazioni di rilievo fra cui AIDP (Associazione Italiana Direttori del Personale), che ci permetteranno di migliorare l’efficacia della sicurezza nelle aziende, facendo diventare la sicurezza patrimonio di tutte le funzioni aziendali, concretizzando nel nostro paese prima che nel resto del mondo una partnership a livello mondiale fra (ISC)2 ed ASIS International.

Il gruppo di lavoro Certificazioni ha identificato i più rilevanti temi da discutere ed utilizzato la modalità del webinar serale per raggiungere gli interessati indipendentemente dalla loro dislocazione geografica, e nel 2013 si partirà con un calendario di incontri virtuali che permetterà a chi interviene di migliorare le proprie competenze, oltre che di guadagnare crediti formativi per il mantenimento delle certificazioni.

Il gruppo di lavoro per la Localizzazione è attivo sulla traduzione del materiale di preparazione all’esame, ed abbiamo stabilito una collaborazione con CLUSIT (Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica) per congiuntamente offrire i corsi CISSP ufficiali in Italia; speriamo presto – ci piacerebbe – anche in Italiano.

Siamo in contatto con altri Chapter Europei per un costante scambio di idee, proponendo le nostre ed importando ed adattando quelle per noi più rilevanti.

Vogliamo crescere, fare la differenza, non abbiamo velleità di mera visibilità ne come individui ne come associazione, siamo al servizio di chi vuole formalizzare le proprie competenze in sicurezza informatica, di chi vuole mantenere le proprie credenziali mantenendosi aggiornato, di chi vuole conoscere nuove prospettive e nuovi contatti professionali, di chi vuole vederci più chiaro nella sicurezza informatica, di chi non si interessa di sicurezza informatica ma usa strumenti informatici, siamo al servizio delle nuove buone idee da portare avanti in maniera volontaria e con il contributo di tutti.

Non chiediamo una quota associativa individuale e non pretendiamo nulla dai nostri associati se non il rispetto di poche e semplici regole di buon senso.

Chiediamo idee, supporto, un poco del vostro tempo, nella modalità che preferite. E sono certo che il 2013 vedrà questa associazione consolidare il proprio ruolo e diventare più numerosa, conosciuta, rispettata, rilevante e viva. Le cariche sociali ci sono sulla carta, e c’è spazio per tutti: Chi ha una idea la proponga. Chi ha una critica la faccia, preferiamo le critiche ai complimenti, perché ci fanno capire dove migliorare.

Nell’attesa di conoscerci – e le occasioni non mancheranno nel 2013 – un augurio di buone feste e di un nuovo anno ancora più ricco di soddisfazioni personali e professionali per tutti

 

Grazie a tutti per questo straordinario primo anno!

Marco Misitano, CISSP – President, (ISC)² Chapter Italy